Carte di Debito

Carte di Debito: cosa sono e circuiti bancomat

Le carte di debito sono quel mezzo con cui si possono eseguire acquisti negli esercizi commerciali muniti di POS (Point Of Sales) e operazioni, come: ricariche e prelievi, presso gli apposti sportelli ATM di un determinato circuito. Il circuito più famoso è il Bancomat. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Indice articolo

Definizione

La carta di debito è una carta di plastica contenente dispositivi per l’identificazione del titolare e alcuni elementi di sicurezza. Viene utilizzata per effettuare acquisti negli esercizi commerciali che utilizzano il POS (Point Of Sales) oppure per prelevare o ricaricare presso gli sportelli ATM che aderiscono al circuito. 

La carta di debito più nota in Italia è il Bancomat. Nel caso in cui la carta sia collegata a circuiti internazionali, si potranno prelevare soldi o effettuare pagamenti digitando il codice PIN collegato alla carta. Le carte di debito vengono rilasciate soltanto ai titolari di conto corrente, quindi, è ad esso collegata. 

Ogni volta che viene utilizzata, bisogna identificarsi. In che modo? Inserendo nel POS o nell’ATM il PIN a cinque cifre rilasciato dall’Istituto bancario insieme alla carta di debito. A transazione avvenuta, si potrà richiedere o meno la relativa ricevuta, da conservare per tracciare tutte le operazioni effettuate in un dato periodo.

La tecnologia Contactless è stata introdotta anche per le carte di debito, ma può essere utilizzata per acquisti non superiori ai 25 euro. In pratica, non bisogna inserire il PIN. Poi ci sono le password usa e getta, molto utili per effettuare acquisti online. 

Ovviamente, per motivi di sicurezza, vengono stabiliti dalla banca dei limiti massimi di prelievo sia giornalieri che mensili, sia per i pagamenti che per i prelievi. Se vengono raggiunti tali limiti, non sarà più possibile utilizzare la carta di debito affinché non si resettano. 

Circuiti

I circuiti di pagamento sono società internazionali che offrono la possibilità di pagare e prelevare tramite carta di debito. Nel nostro Paese, i circuiti maggiormente utilizzati e diffusi sono Bancomat/ Pagobancomat e Maestro, che si differenziano in base all’utilizzo. 

Le più diffuse in Italia sono le carte di debito Bancomat/ Pagobancomat. Vengono emesse dalle medesime Banche aderenti ai circuiti nazionali appartenenti al Consorzio Bancomat. 

Bisogna fare però una differenziazione tra il termine Bancomat e Pagobancomat. Il primo si riferisce al circuito internazionale che consente di prelevare denaro presso gli sportelli ATM, il secondo è il circuito che consente di acquistare prodotti e servizi utilizzando i terminali POS. 

Ovviamente, un esercizio commerciale deve essere convenzionato al circuito per consentire ai consumatori di pagare tramite Pagobancomat. Inoltre, alcuni terminali ATM, che di solito vengono utilizzati per prelevare, possono anche consentire di pagare utenze varie oppure di ricaricare il credito telefonico, poiché sono collegati al circuito Pagobancomat. 

Invece, per quanto riguarda la carta di debito Maestro, possiede anch’essa funzionalità di pagamento. Può essere utilizzata presso gli esercenti che possiedono un POS convenzionato con il circuito internazionale Maestro e nazionale Pagobancomat, sempre con dei limiti di pagamento giornalieri e mensili. 

Per quanto concerne i prelievi di denaro, molto spesso la carta di debito Maestro si appoggia al circuito Cirrus e, in alcuni casi, a quello Bancomat. Inoltre, con una carta di debito Maestro è possibile prelevare denaro all’estero. 

Bisogna sempre tenere a mente che le carte di credito hanno dei vincoli con il proprio circuito di appartenenza. Inoltre, sia per i prelievi che per i pagamenti, va sempre utilizzato il medesimo PIN. 

In modo da portare a conoscenza i propri clienti dei circuiti di pagamento convenzionati, gli esercizi commerciali affiggono all’ingresso dell’attività i marchi delle carte che verranno accettate.

La carta di debito può anche essere utilizzata per effettuare acquisti online presso i tanti e-commerce presenti sul Web, sia tramite PC che dispositivo mobile. 

Lascia un commento