Sistema creditizio bancario

Sistema creditizio bancario

Il sistema creditizio bancario è rappresentato dall’insieme delle banche che sono regolate e gestite dalla Banca Centrale. Le banche sono istituti di credito pubblici o privati che hanno la funzione di raccolta del risparmio e di esercizio del credito verso privati e imprese. Sono considerate a tutti gli effetti impresa e assumono la forma di società per azioni.

La banca è un intermediario finanziario che svolge la funzione di deposito dando la possibilità ai privati di depositare il proprio denaro e di percepire un interesse, e la funzione creditizia che consiste nella concessione di prestiti contro il pagamento di un interesse passivo. Inoltre offre una serie di servizi aggiuntivi come la gestione patrimoniale, il cambio di valute estere, l’emissione di titoli di credito, il supporto per la compravendita di titoli di stato, la custodia di valori nelle cassette di sicurezza, ecc.

 

Ruolo economico sociale

Le banche attraverso la concessione di credito ai cittadini privati e alle imprese svolgono un importante funzione di beneficio sociale perché promuovono gli investimenti e quindi la produzione di nuova ricchezza e promuovono il deposito di denaro attraverso l’incentivo di percepire una percentuale di interessi sulle somme di denaro depositate.

In virtù di questo ruolo economico sociale che ricoprono le banche sono soggette a una serie regole e controlli e a una copertura finanziaria che tutela i risparmiatori in caso di fallimento dell’istituto di credito a tutela delle loro somme di denaro depositate nelle banche. 

 

Banche centrali

Le banche centrali sono istituzioni pubbliche che hanno il compito di gestire la politica monetaria dei Paesi o delle zone economiche che hanno la stessa moneta. Oltre a regolamentare le attività delle altre banche, la banca centrale fa da super visore alle attività svolte dalle banche private ed è l’unica che gestisce la politica monetaria nazionale attraverso l’emissione o il ritiro di moneta in modo tale da regolare la quantità di moneta in circolazione.

Tutte le banche devono avere delle riserve presso la banca centrale in maniera tale da tenere sotto controllo l’effetto dell’inflazione dovuto all’emissione di moneta. Le banche private possono rivolgersi alla banca centrale per richiedere liquidità pagando un tasso di interesse chiamato costo del denaro che viene deciso dalla stessa banca centrale.

 

Banche on-line

Le banche on-line sono istituti di credito che offrono servizi attraverso il web e non hanno filiali. Tutti i servizi vengono offerti on-line tramite il sito della banca, come l’estratto conto e pagamenti vari.

Grazie alla standardizzazione dei processi e all’assenza di filiali queste banche on-line hanno il vantaggio di avere tassi di interesse più alti o la gestione dei conti correnti con spese pari a zero. Uno svantaggio è però, che non avendo filiali manca il contatto diretto con il cliente e quindi la gestione dei servizi potrebbe avere dei problemi soprattutto quando si tratta di esigenze particolari o reclami. Comunque è previsto da normativa che le banche on-line in Europa devono avere almeno la sede legale fisica.

Lascia un commento