Carte prepagate: cosa sono e come funzionano

Carte prepagate: cosa sono e come funzionano

Le carte prepagate sono carte di pagamento che hanno un credito a sé stante, ossia non viene detratto dal conto corrente bancario, e che può essere utilizzato fino al suo esaurimento. 

I pagamenti effettuati tramite carte prepagate sono aumentati notevolmente. Il motivo sono i vantaggi che offrono sia ai privati che alle aziende, che possono avere un più chiaro resoconto delle spese sostenute e una maggiore tracciabilità dei movimenti, così come una più alta percentuale di sicurezza in caso di furto.  Ma come funziona una carta prepagata e in che modo aiuta aziende e privati? Vediamolo. 

Indice articolo

Definizione

Le carte prepagate sono una tipologia di carta di pagamento che viene utilizzata per acquistare prodotti o servizi ed effettuare sia pagamenti online che nei negozi fisici. 

Allo stato attuale, le carte prepagate sono divise in due categorie: le carte usa e getta, che possono essere utilizzate finché il credito contenuto all’interno non si esaurisce, e le carte ricaricabili, che offrono la possibilità di trasferire in e out il denaro necessario. 

Anche se ci sono carte prepagate virtuali, che vengono gestite esclusivamente tramite app, la classica carta prepagata si presenta sotto forma di carta plastificata con tanto di chip magnetico, esattamente allo stesso modo delle altre carte telematiche. 

Ogni carta prepagata porta stampato sulla parte anteriore un numero seriale a 16 cifre, che viene chiamato codice PAN. Oltre al codice, è presente anche la data di scadenza e, sul retro, il codice di sicurezza CVV a tre cifre, fondamentale per i pagamenti che vengono effettuati online. 

Mentre la carta di credito è collegata a un conto corrente bancario, non è così per le carte prepagate, che sono invece collegate a un circuito di pagamento. Di conseguenza, il possessore potrà utilizzare soltanto il denaro presente nella sua carta prepagata. 

Invece, per quanto riguarda una carta aziendale, la carta prepagata evita i soliti processi amministrativi che verificano le spese, quelle non autorizzate e il superamento del budget. Queste problematiche si verificano molto spesso con una carta di credito aziendale. 

Funzionamento

In che modo una carta prepagata funziona? Quali tipologie di pagamento e transazioni offre al possessore? Eccole di seguito:

  • Pagamenti online: indipendentemente dalla tipologia di acquisto o pagamento di un servizio online, bisogna semplicemente inserire all’interno di un apposito spazio il codice PAN della carta, la data di scadenza e il codice di sicurezza CVV. Il pagamento è immediato, e la maggior parte delle volte comporta l’approvazione della transazione attraverso l’app collegata alla carta. Quest’ultima procedura è stata introdotta per motivi di sicurezza. 
  • Pagamenti alla cassa: per acquistare un prodotto presso un esercizio commerciale fisico, basta semplicemente appoggiare la carta prepagata sull’apparecchio POS e il circuito di pagamento a essa collegato (Visa o Mastercard) provvede a convalidare la transazione. 
  • Prelievo allo sportello: il possessore di una carta prepagata che desidera prelevare denaro in contanti, deve recarsi presso qualsiasi sportello Bancomat o Postamat, inserirla nell’apposita feritoia, digitare l’importo da prelevare e il codice PIN per confermare l’operazione. Bisogna puntualizzare che l’operatore della carta o la banca dello sportello utilizzato possono applicare commissioni sul prelievo. 
  • Bonifici: se la carta prepagata è dotata di codice IBAN, si possono emettere e ricevere bonifici bancari. 

Le carte prepagate offrono anche diversi vantaggi rispetto alle carte di credito e debito. Siccome non sono collegate a un conto corrente, si possono richiedere con molta facilità e l’attivazione è abbastanza semplice. Inoltre, i costi di gestione sono molto bassi. 

Dal punto di vista della sicurezza, una carta prepagata è molto più conveniente di una carta di credito o debito poiché, in caso di furto, si andrà a perdere soltanto la somma contenuta, mentre la perdita delle altre due carte comporta rischi ben maggiori poiché sono collegate a un conto corrente, dove la disponibilità di denaro è molto più ampia. Per questo motivo, è perfetta per chi viaggia spesso all’estero. 

Lascia un commento