REVOCA FIDO BANCARIO: COME DIFENDERSI DALLA BANCA

By | 24 febbraio 2015

Revoca fido bancarioREVOCA FIDO BANCARIO: COME DIFENDERSI DALLA BANCA

Il “fido bancario”, è il contratto con il quale la Banca concede al cliente, per un periodo di tempo determinato o indeterminato, una somma di denaro, permettendogli di andare in rosso per poi rientrare nel tempo.

Il fido bancario in genere viene rivalutato ogni anno. In tale occasione può essere confermato, aumentato, ridimensionato oppure revocato.

Se il contratto ha un termine, la Banca può recedere prima della scadenza solo per giusta causa e rispettando il termine non inferiore a 15 giorni per la restituzione  delle somme e degli interessi (art. 1845 cod. Civ.).

Se il contratto è a tempo indeterminato: la Banca può recedere in qualsiasi momento, mediante preavviso scritto nel termine stabilito dal contratto (art. 1845 cod. civ., ult. comma), in genere anche in un solo giorno.

Spesso tale comportamento è illegittimo.

Infatti, la Cassazione ha sancito l’illegittimità della revoca quando viene fatta con arbitrarietà ed imprevedibilità che si configurano quando c’è carenza del presupposto di correttezza e buona fede tale da porre il cliente in una imprevista ed oggettiva situazione di grave difficoltà.

E’ vero che la banca ha la facoltà di recedere in qualsiasi momento dall’apertura di credito a tempo indeterminato, ma spesso incorre nell’abuso del diritto.

Vi è abuso, laddove possano essere dimostrati i seguenti dati:

– la sostanziale continuità nella situazione economico-finanziaria dell’impresa finanziata(nessuna revoca da parte di altre banche e un regolare andamento del fido);

– vitalità finanziaria dell’impresa(costanza e aumenti di fatturato);

CARATTERISTICHE DEL PREAVVISO DI REVOCA DEL FIDO?

Il preavviso di revoca del fido è idoneo quando:

– viene indicata chiaramente la volontà di recedere;

– è necessaria la forma scritta, nel rispetto delle norme sulla trasparenza;

– non sono sufficienti le indicazioni del tutto generiche sulle motivazioni del recesso,

– l’intermediario è tenuto a specificare, sin dal momento della comunicazione, quali siano le circostanze (ad esempio, riduzione della capacità patrimoniale del soggetto garante, sofferenza delle società del gruppo cui il finanziato appartiene, utilizzo dell’affidamento al solo scopo di procrastinare il rientro del debito accumulato) idonee a qualificare giusta la causa del recesso stesso.

– il preavviso non è necessario in presenza di una giusta causa di recesso, che deve essere indicata, in modo specifico, nella comunicazione di recesso immediato dal rapporto di conto corrente.

LA BANCA PUO’ REVOCARMI IMMEDIATAMENTE IL FIDO SENZA PREAVVISO?

E’ illegittimo il recesso improvviso e arbitrario perchè viola i principi di correttezza e buona fede di cui agli artt. 1175 e 1375 c.c.

Spesso la banca fa approvare specificamente per iscritto ai clienti clausole che le consentono di recedere ad nutum dal rapporto bancario e di richiedere all’accreditato il c.d. rientro immediato.

Per il consumatore è prevista una tutela più incisiva nei confronti della banca.

Infatti, il recesso dal contratto bancario concluso con un consumatore può avvenire esclusivamente:

  • per giusta causa
  • con ragionevole preavviso nei contratti a tempo determinato
  • ed esclusivamente con preavviso, salva l’esistenza di un giustificato motivo, nei contratti a tempo indeterminato .

EFFETTI DELLA MANCATA RESTITUZIONE DELLE SOMME IN SEGUITO A REVOCA DEL FIDO BANCARIO?

– segnalazione a sofferenza alla Centrale Rischi interbancaria, rendendo impossibile accedere al credito presso altri istituti;

– decreto ingiuntivo per recuperare le somme affidate;

– precetto e pignoramento su beni mobiliari ed immobiliari;

– fallimento dell’azienda nei casi più problematici;

– revoca di altre linee di credito o mutui già concesse da altre banche;

COSA FARE PER EVITARE DI TROVARSI IN DIFFICOLTA’ PREVENENDO LA REVOCA DEL FIDO?

– Se il conto corrente è ancora aperto, bisognerebbe aprire un altro conto affidato. 

– Se il conto corrente è chiuso, bisogna effettuare una preanalisi per valutare le eventuali anomalie bancarie e successivamente agire per il recupero del credito.

COSA POSSO FARE SE LA BANCA MI HA GIA’ REVOCATO IL FIDO?

– verificare la legittimità della revoca del fido

– verificare la presenza di anomalie bancarie verificatesi al momento della pattuizione e nel corso del rapporto;

– ricorrere all’ABF(arbitro bancario e finanziario) o davanti al giudice per chiedere che venga sospeso il passaggio a sofferenza della posizione, in attesa della decisione di dichiarare l’illegittimità della revoca del beneficio del termine.

– è possibile chiedere anche i danni. Bisogna, attraverso una perizia, provare (in modo non generico), oltre al danno in sé, anche il nesso causale tra l’illegittimo recesso della banca dal contratto di apertura di credito e il danno causato.

– puoi evitare il piano di rientro e difenderti contestando i requisiti del presunto credito della banca;

QUALI SONO LE CAUSE DELLA REVOCA DEL FIDO?

Ci sono tantissimi motivi. Tra i più comuni:
– un protesto;
– un mutuo o un finanziamento in sofferenza,
– una segnalazione nelle banche dati.

Ad esempio

Un nostro cliente, Massimo, socio al 50% con il padre di una Snc esistente da oltre 40 anni sul mercato nel settore ortofrutticolo.

Massimo decide di aprire una nuova attività insieme ad un amico.

Non avendo disponibilità viene convinto dall’amico a rilasciare una garanzia su un finanziamento di soli 10.000,00 euro, necessari per avviare l’attività.

L’amico non riesce a pagare il finanziamento ma non lo dice a Massimo.

La finanziaria dopo circa 8 rate non pagate segnala l’insolvenza.

Da un giorno all’altro tutte le banche revocano gli affidamenti alla Snc.

Sembra paradossale.

Da un giorno all’altro rientro immediato di 800.000,00 euro.

Sconforto totale da un momento all’altro.

Fortunatamente abbiamo riscontrato la presenza di anatocismo ed usura in tutti i rapporti di conto corrente, riuscendo a bloccare tutte le banche.

Dalle perizie è emerso che su 2 delle 4 banche sono addirittura creditori.

Nel frattempo l’attività si è notevolmente ridimensionata sia in termini di fatturato che di dipendenti.

Tutto questo a causa di un piccolo finanziamento non pagato!!!

COSA NON FARE MAI IN CASO DI REVOCA DEL FIDO BANCARIO?

1. Riconoscere il debito

In caso di revoca di un fido, la banca, per poter concedere un piano di rientro rateale, fa sottoscrivere un riconoscimento del debito.  Il codice civile pone a carico del creditore l’onere di provare che il proprio credito sia certo, liquido ed esigibile.

Sottoscrivendo il riconoscimento del debito, il correntista si fa carico di dover provare che il suo debito non esiste o, almeno, non esiste nella misura richiesta dalle banche.

2. Trattare da solo con il direttore della banca

Nella trattativa è fondamentale l’esperienza dei professionisti che ti seguono.

Nel caso in cui dovessi recarti in banca chiedendo la restituzione di somme usurarie potrebbero addirittura denunciarci per estorsione.

3. Contrarre un mutuo ipotecario per rientrare dei debiti

Questo mutuo è simulato in quanto finalizzato unicamente ad estinguere un debito chirografario ottenendo un’iscrizione ipotecaria a danno degli altri creditori.

4. Non firmare cambiali

Il debito derivante da affidamenti in conto corrente è un chirografario nonostante ci possano essere le fideiussioni e quindi contestabile. Firmare le cambiali significa che, in caso di mancato pagamento, oltre al protesto, dovrai affrontare un’ingiunzione fondata su titoli esecutivi.

COSA DEVI IMMEDIATAMENTE FARE IN CASO DI REVOCA DEL FIDO BANCARIO?

La procedura che seguiamo è la seguente:

  • preanalisi gratuita dei documenti
  • consulenza per individuare la strategia (per valutare il rapporto costi benefici dell’azione, quante banche si hanno e se conviene attaccarle tutte, cercare la trattativa o fare causa, citare la banca o aspettare il decreto ingiuntivo)

QUALI DOCUMENTI OCCORRONO PER LA PREANALISI GRATUITA?

– contratto di apertura di credito,

– estratti conto a scalare trimestrali e mensili;

Una volta inviataci questa documentazione a info@debitobancario.it effettueremo una preanalisi GRATUITA per verificare l’ irregolarità della REVOCA DEL FIDO BANCARIO e la presenza di usura.

Nel caso in cui dovessimo riscontrare delle illegittimità, riceverai una consulenza GRATUITA per individuare insieme la migliore strategia per il tuo caso specifico.

Per rimanere aggiornato inserisci la tua mail nel form in alto a destra.

 

87 thoughts on “REVOCA FIDO BANCARIO: COME DIFENDERSI DALLA BANCA

  1. Andrea

    Potrei avere via email un vostro numero dove posso contattarvi?
    Grazie.

    Reply
    1. Tatiana

      Salve ieri ho ricevuto una raccomandata dalla banca con cui non ho più rapporti da anni, mi chiede di rientrare entro 1 giorno, cioè entro oggi, delle somme debitorie pari a 11000 €. A suo tempo avevo espresso il desiderio di chiudereb il conto ma il direttore si è sempre opposto e non so per quale motivo. Cosa posso fare?

      Reply
      1. Debito Bancario Post author

        Ci invii il contratto di finanziamento a info@debitobancario.it per una preanalisi gratuita. Ci indichi anche il suo numero per essere contattata in seguito.

        Reply
  2. Halyna

    Salve, può la banca chiudere il mio conto corrente perché è “in sofferenza ” senza neanche avvisarmi?

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      In genere la chiusura del conto viene comunicata. La banca spesso non permette, dopo aver messo il conto a sofferenza, l’accesso alle informazioni del conto on line, continua però ad addebitare gli interessi trimestrali per far lievitare il debito.

      Reply
  3. GIULIO FILIPPO ACCINNI

    L’UNICREDIT MI HA BLOCCATO IL MIO CONTO. HO UN FIDO CONCESSO. PRESUMIBILMENTE E’ STATO BLOCCATO PER LA COMUNICAZIONE DI PIGNORAMENTO DA PARTE DELL’AMERICA EXPRESS. NON POSSO PRELEVARE NULLA. L’UNICA FONTE DI REDDITO E’ LA MIA PENSIONE INPS. NON SO COME FARE. SONO NEI GUAI. DATEMI UNA MANO. VI RINGRAZIO. GIULIO FILIPPO ACCINNI

    Reply
  4. Federico

    Siamo una SNC : La banca ci ricatta di revocare il fido di € 15.000,00 perché abbiamo pagato 2 assegni di € 2.850 ciascuno impagati in ritardo, abbiamo rischiato la segnalazione al CAI. Il direttore li aveva inviati al notaio appena non erano coperti alla data della presentazione. Tra l’altro questo fido é garantito da fideiussione sottoscritta dai 4 soci per l’intera somma (15.000, ciascuno di noi 4) inoltre abbiamo aperto 2 conti correnti di € 4.000 ciascuno a garanzia di € 18.000 ogniuno bloccati per tale garanzia. Vorrei sapere come difenderci, tra l’altro il 4 settembre avremo un saldo di un finanziamento da parte di Invitalia per potere saldare i nostri fornitori e temiamo che la banca ci revochi il fido prendendosi i 15 mila, creandoci disagi.

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      Inviateci a info@debitobancario.it il contratto di apertura di credito e gli estratti conto trimestrali per ricevere una preanalisi gratuita circa le eventuali illegittimità presenti nel rapporto. Sulla base di questa valutazione, definiremo la migliore strategia rispetto alla vostra situazione.

      Reply
  5. Mara

    La mia banca vuole il rientro di fido bancario come devo comportarmi? Vuole che faccia le cambia
    I

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      Eviti di sottoscrivere cambiali. La prima cosa da fare è controllare gli interessi pattuiti e pagati. Potrebbe essere addirittura creditore della banca.
      Può inviarci il contratto di apertura di credito e gli estratti conto scalari a info@debitobancario.it per ricevere una preanalisi gratuita.

      Reply
    2. Silvia

      Io ho un conto cointestato con il mio ex marito (separata da marzo) che ha un fido di 5.000 euro.
      Siccome il mio stipendio è superiore al suo a fine luglio gli abbasseranno il fido a 2.000 euro.
      Il conto cointestato deve essere chiuso e il fido è stato totalmente utilizzato, come posso fare per richiedere la rateizzazione?
      La banca è la BNL.
      Grazie

      Reply
  6. Gabriella

    Buongiorno io e mio marito ci troviamo implicati con la banca perché lui ha messo la firma per far prendere un mutuo a un parente. Pochi giorni fa ha chiesto mille euro a una finanziaria x un attrezzo di lavoro e abbiamo avuto la doccia gelata che noi x 10 anni nn potremo piu chiedere niente perché protestati perché risultano nn pagate dal parente 15 rate alla banca! Cosa possiamo fare? Si potrebbero attaccare al nostro conto corrente? Siamo disperati!!!! Vi ringrazio per la cortese attenzione.

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      Buona sera, purtroppo è stato segnalato in quanto fideiussore di un mutuo non pagato. Nel caso in cui il suo parente non dovesse risolvere questa situazione e ci dovessero essere altri insoluti c’è il rischio che possano rifarsi anche su suo marito se non dovessero riuscire a recuperare il credito. Bisognerebbe però verificare prima il contratto di mutuo.

      Reply
  7. andrea

    sono un dipendente pubblico, ho un fido revocato di una banca e una carta di credito bloccata di altra banca (con fido in rosso, inoltre una nota di transazione mai effettuata, credo sia truffa).
    cosa posso fare? attenermi a quanto da lei descritto in questo sito? ho già preso contatti con le banche, ma sto attendendo le loro risposte….
    grazie

    Reply
    1. MARIA VINCENZA

      a giugno 2014 mi era stato consigliato dalla banca di procedere per un fido bancario con scoperto di €1500..e ho rinnovato il tutto a giugno 2015…
      anche adesso che sta per scadere (il giorno 30 giugno), ho chiesto il rinnovo, e loro mi avevavo dapprima consigliato di rinnovare il fido ‘a revoca’ e non più ‘a scadenza’….
      FACCIO PRESENTE CHE NON HO MAI UTILIZZATO IL FIDO IN QUESTI 2 ANNI E NON SONO MAI ANDATA IN ROSSO NEL CONTO CORRENTE!!!………siccome a tutt’oggi non ho avuto conferma e nè smentita circa il rinnovo e/o la revoca (ho inoltrato il tutto il giorno 30 maggio scorso), che cosa mi devo aspettare adesso?…sottolineo che quella del fido per me è una ‘sorta di copertura alle spalle per eventuali evenienze!……………………attendo chiarimenti e spiegazioni più dettagliate, saluti.

      Reply
  8. ponticello

    buongiorno
    io e la mia ex abbiamo un conto unicredit con un fido di 5000 euro a tempo indeterminato.
    ne io ne lei per vari motivi facciamo accreditare più nulla. ogni mese io verso i soldi delle spese del conto ed ogni 3 mesi i soldi degli interessi.
    la costa strana che questo mese gli interessi non li hanno fatti pagare. io sono protestato e ho paura che me lo revocano. in caso anche se protestato posso avere un piano di rientro ?
    cordialità

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      Se lei è protestato, è probabile che le revochino il fido e le chiedano un rientro che potrà essere anche dilazionato.

      Reply
  9. FABIO

    Salve, la nostra azienda è in contenzioso con la banca.
    Siamo in allarme con le altre banche.
    Abbiamo dato delle fideiussioni personali dei soci di una SRL.
    c’è modo di poter togliere queste garanzie e liberare i soci?

    grazie

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      Per le obbligazioni contratte in passato non c’è possibilità di liberare i fideiussori.

      Reply
  10. Joanna

    Buongiorno
    Una domanda mio marito vorrebbe chiudere la sua azienda individuare perché non riesce più ad andare avanti!!! Ha paura di chiudere per la colpa di 10.000€ di un fido bancario! Come può fare in modo che non possono avallere di unica casa di proprietà di mio marito!!??
    Grazie

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      Ci sono tante possibilità. La cosa migliore è verificare la corretta applicazione degli interessi sul fido. Ad esempio se ci sono anomalie si può chiudere la posizione a stralcio evitando la causa.
      Per ricevere una preanalisi gratuita può inviarci gli estratti conto scalari/trimestrali ed il contratto di concessione del credito a info@debitobancario.it

      Reply
  11. Rosaria

    Salve, io ho un attività che a breve chiuderò perché in forte crisi, ho un finanziamento personale con unicredit con garante mio padre, che sto pagando da 2 anni regolarmente ed ho un fido pos sempre con unicredit con la ditta individuale a nome mio. Il quesito é: non so se riuscirò a rientrare con il fido, semmai non dovessi riuscire cosa mi può succedere??? Grazie mille sono in forte crisi e dubbio

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      Buonasera, se non riesce a pagare potranno notificarle un decreto ingiuntivo e successivamente pignorare i beni, nel caso in cui ci fossero, sia mobili che immobili dei garanti.

      Reply
  12. Antonella

    Buon giorno , sono una piccola commerciante nei casini.
    Ho chiuso il negozio perchè in sofferenza.
    Ho 2 conti con fido garantito da mio padre e un mutuo dove mancano 5 rate che, mio padre pagherà e lo ha già detto alla banca.
    Il fido è di 20 mila e in un’altra banca di 25mila , nel primo garantito da entrambi i genitori nel secondo solo da mia madre.
    Mi sono rivolta ad un avvocato , il quale mi ha detto che nel conto di carispa c’è anatocismo per 25mila , interessi pagati in più, mi ha illuso che potevo andare in pari , ho pagato 1500 euro l’avvocato ma non ha risolto niente dicendo che il giudice ha rigettato tutto.
    Ho chiesto alla banca se saldo stralcio posso definire con la metà ma niente .
    non so come venire fuori da questa aituazione. I miei genitori sono pensionati , anzi solo mio babbo , e hanno una casa , io non ho niente e neanche mio marito che è disoccupato. Mi potete aiutare ?
    Ci possiamo sentire in privato ? L’avvocato i chiedeva altri soldi per fare la causa e poi mi ha detto che poteva finire in un bagno di sangue. Sono davvero disperata.

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      lasci il suo numero per essere contattata o ci contatti al 3331437169

      Reply
  13. Dino

    Salve
    Ho con l’amex due rate insolute per circa 4000€ Su un conto, sto cercando di rateizzare il tutto, però loro mi hanno scritto che se entro 10 gg non saldo tutto mi segnaleranno alla cai.
    Ho anche un altro conto con un fido indeterminato di 1000€ sempre stati coperti e mai avuto problemi, cosa potrebbe succedermi al fido?

    Reply
  14. Ciro

    salve, mio padre deceduto lo scorso mese di novembre aveva un c/c con un fido bancario di circa 1000 euro. 15 giorni fa ho ricevuto dalla banca una raccomandata nella quale invitava gli eredi ad integrare la somma che l’inps richiedeva in restituzione relativamente ai ratei erroneamente nel frattempo accreditati. Somma che l’istituto affermava di risulare senza alcun titolo prelevata. Ovviamente dopo il decesso nessun prelevamento e’ stato effettuato, semplicemente la banca ha detratto la linea di fido lasciando quindi il debito non piu’ con l’istituto ma con l’ente pevidenziale. L’altro giorno ho ricevuto un altra raccomandata retrodatata nella quale la banca mi comunica di aver appreso del decesso e di aver revocato nella stessa data la linea di fido a suo tempo concessa.
    Come devo regolarmi?

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      Potrebbe richiedere gli estratti conto per verificare la correttezza degli interessi.
      La scelta tra pagare e non farlo dipende dall’accettazione o meno dell’eredità

      Reply
      1. Ciro

        Grazie per la risposta. E’ nostra intenzione infatti pagare il debito subito dopo l’accettazione e quindi la successione dell’eredità, prima di allora non vedo perchè debba essere convocato con urgenza dalla banca che nell’ultima comunicazione ci accusa di illecito arricchimento.
        Sono già in possesso degli estratti conto e la disponibilità e nessun prelevamento è stato effettuato dopo io decesso. Al fine di cautelarmi con l’INPS, posso querelare il direttore?

        Reply
  15. Zoia Bagaioko

    Salve.Pocci giorni fa con mio compagno siamo andati in banca e lui fatto contratto di credito affidato,dopo ché ripensato deciso di non usare credito,possiamo rifiutare,liberarsi del contratto. Come funziona.Grazie.

    Reply
  16. Zoia Bagaioko

    Salve.Pocci giorni fa con mio compagno siamo andati in banca e lui fatto contratto di credito affidato.Adesso non abbiamo bisogno di questi soldi, non usato credito. Possiamo chiudere contratto di credito, ché aperto pocci giorni fa? Come funziona procedura,liberarsi da un credito mai usato?Grazie.

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      Potete recedere dal contratto. Basta andare in banca.

      Reply
  17. Vale

    Buonasera. A dicembre 2015 ho comprato casa. Il venditore aveva acceso Un mutuo con una banca on line. Per poter comprare abbiamo dovuto estinguere la sua ipoteca tramite bonifico urgente. La banca dove io e mio marito abbiamo acceso il mutuo ha accettato di iscriversi di seconda ipoteca dando come ultimatum un termine di 60 giorni per la ricezione dell’effettiva cancellazione da parte della banca on line. Nel caso in cuo in questi 60 giorni la situazione fosse rimasta invariata avrebbe revocato il mutuo e preteso la restituzione. Le rate partono a marzo, il termine dei 60 giorni è agli inizi di febbraio. Il notaio mi ha detto di non preoccuparmi ma io non so cosa aspettarmi da tutta questa situazione essendo che non mi è arrivata ancora nessuna quietanza ne tantomeno nessuno mi fa sapere niente in quanto il venditore non risponde e questa banca non so come contattarla per chiedere a che punto sia la pratica.Cosa accadrebbe se la banca revoca il mutuo? Io e mio marito ci ritroveremo senza casa? Posso fare causa alla banca online per il danno arrecato e al venditore? La banca potrebbe concedermi altro tempo per sollecitare la banca online? Grazie mille per la disponibilitá.

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      La cancellazione dell’ipoteca, in base alla legge Bersani dovrebbe avvenire entro 30 giorni.

      Reply
  18. Giorgio

    Salve,
    Usciamo ora dalla nostra banca MPS. Siamo due soci i quali hanno acceso un fido di 5.000€ , purtroppo come tante realtà anche noi abbiamo chiuso ditta 3 anni fa senza la possibilità di rientrare del suddetto Fido. Oggi finalmente abbiamo deciso di ripresentarci in banca e ci presentono il conto che da 5.000€ è arrivato a 8.000€ , e va bene decidiamo uguale di pagare a rate, solo che la direttrice ci offre un piano di rientro in 60 mesi con la rata di 200€ al mese = 12.000 € totali. Non ci ho visto più e manca poco facevo una stupidaggine anche perché non capisco la logica, se non posso pagare i 8.000€ come posso pagare i 12.000€ ? La risposta della banca è ( problema tuo ). Bene allora ho chiesto alla banca che mi rifiuto di pagare il debito e voglio andare davanti ad un giudice, loro rispondono che non si può perché a loro non conviene. Mi scuso se lo portato tanto per le lunge, ma voglio sapere se c’è una soluzione che soddisfi tutte e due le parti.
    Grazie

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      Buon giorno, la soluzione potrebbe arrivare dopo aver verificato gli interessi applicati sugli estratti conto.
      Se ci dovessero essere delle illegittimità si potrà sicuramente trovare un accordo stragiudiziale per tale importo.
      Può inviarci a info@debitobancario.it gli estratti conto trimestrali e il contratto di concessione del credito per ricevere una preanalisi gratuita

      Reply
  19. milena

    Buonasera,mio marito e in esercito ,aveva fido di 2500 che e stato revocato e anche pagato,,,adesso vogliamo chiederlo di nuovo ma purtroppo la banca non lo concede perche ci sono state proteste,,,,,vorrei chiedere ma il lavoro statale non e una garanzia? grazie

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      La banca decide a chi concedere o meno il credito. Potrebbe riuscire ad avere più facilmente una cessione del quinto.

      Reply
  20. Ezio

    Buongiorno. Ho un conto corrente sulla banca mps. Il direttore , durante una discussione telefonica, mi ha comunicato che mi chiude il suddetto conto . A giorni su questo conto verrà accreditato lo stipendio di mia moglie. Pongo le seguenti domande : può la banca chiudere il conto senza avvisarmi per iscritto? Se la chiusura avviene prima dell’accredito dello stipendio, lo stesso torna al mittente?

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      La banca dovrebbe dare il preavviso per iscritto. Se viene chiuso prima, il bonifico ritorna al mittente.

      Reply
  21. Tommaso

    Scusate da una settimana mi anno revocato il fido sfortunatamente la mia azienda dove lavoro mi aveva screditato lo stipendio accorgendomi dopo che ero in negativo ho chiamato la banca loro mi anno assicurato che questo stipendio mi viene restituito e nel frattempo si farà il piano di rientro non so il perché a mne mi puzza non credo che me lo restituiscono ANSI aspettano che arrivi l’atro così si sono ripresi i loro soldi mi date un vostro parere. Grazie anticipatamente.

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      Vada a sottoscrivere il piano di rientro subito

      Reply
  22. Francesco brusco

    Buongiorno, vorrei una preanalisi di un fido bancario contratto nel 2006,ma non ho nè la copia del contratto, nè gli estratti conti. Su mia richiesta, la banca è tenuta a rilasciarmeli?

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      La banca è tenuta a rilasciare gli ultimi 10 anni

      Reply
  23. Laura

    BuonSera volevo chiedere informazioni abbiamo appena saputo tramite una telefonata di mediaset premium che ci hanno revocato il conto in banca sembra per una rata di finanziamento non pagata perché con mediaset premium abbiamo i pagamenti ogni mese della carta .
    Non so effettivamente della situazione del conto visto che se ne occupa mio marito l’unico che lavora ho tre figli minori (11 9 anni e 1 mese) lo stipendio di mio marito è l’unica fonte di reddito a giorni dovrebbe essere accreditato su questo conto cosa può succedere la prego mi dia informazioni sono molto preoccupata lunedì vado per informazioni in banca la mia domanda è possono trattenersi lo stipendio? Grazie per le informazioni mi potete dare un numero dove vi posso contattare dopo che ho chiesto informazioni in banca grazie

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      Se sul conto c’era uno scoperto, è probabile che si tratterranno l’importo necessario ad estinguerlo

      Reply
  24. Giuseppe

    Buonasera, avrei bisogno di delucidazioni inerenti ad una revoca di fido bancario:
    premesso che sono titolare di conto corrente bancario con canalizzazione della pensione presso lo stesso, con concessione di fido da parte dell’Istituto pari a Euro 4.500,00. A breve decido canalizzare la pensione presso altro Istituto Bancario. A questo punto la banca notifica una lettera (sembra di revoca fido) notificata a mano, nemmeno raccomandata, con le seguenti testuali parole:
    “FACCIAMO SEGUITO AI RECENTI INCONTRI AVUTI IN FILIALE PER COMUNICARLE CHE LA BANCA RITIENE NON VI SIANO PIU’ I PRESUPPOSTI PER MANTENERE L’APERTURA DI CREDITO DI EURO 4.500,00 A VALERE SUL SUO CONTO CORRENTE N…….. A LEI INTESTATO. A TAL PROPOSITO LA INVITIAMO A VALUTARE UNA RIMODULAZIONE DELL’AFFIDAMENTO FINALIZZATO AL GRADUALE RIENTRO DELLO STESSO”.
    Voglio precisare che non ci sono stati precedenti incontri presso l’Istituto.
    Chiedo se la revoca e’ legittima, trattandosi che l’istituto non ha menzionato una valida motivazione di revoca.
    Resto in attesa
    la ringrazio anticipatamente

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      Non basta questa dicitura per permetterci di dire se è regolare o meno

      Reply
  25. VINCENZO

    IL MIO AFFIDAMENTO BANCARIO, SCOPERTO DI CONTO CORRENTE, NON VIENE RINNOVATO DALLA BANCA DAL 2007, PUR AVENDOLO UTILIZZATO SINO AD OGGI. IN PRATICA QUELLI CHE IN PRECEDENZA ERANO I RINNOVI ANNUALI DELL’AFFIDAMENTO A SEGUITO DI INVIO DELLA DOCUMENTAZIONE QUALI BILANCIO AGGIORNATO. DICHIARAZIONE DEI REDDITI, ECC. NON SONO STATI EFFETTUATI.
    IN PRATICA E’ DAL 2007 CHE LA BANCA NON MI CHIEDE NESSUNA DOCUMENTAZIONE AI FINI DEL RINNOVO DEL FIDO, L’ULTIMO RINNOVO E’ STATO EFFETTUATO NEL 2007, PUR UTILIZZANDO L’AFFIDAMENTO REGOLARMENTE FINO A TUTT’OGGI.
    POSSO FARE QUALCOSA CONTRO LA BANCA PER GLI INTERESSI CHE MI HA APPLICATO PER GLI ANNI SUCCESSIVI AL 2007 ?

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      Bisognerebbe controllare gli estratti conto scalari per verificare la presenza di anomalie

      Reply
  26. Carmen

    Buongiorno, ho firmato una fideiussione, x il mio ex compagno, di 39 mila €.
    Ho proposto alla banca San Paolo, alla richiesta della direttrice ( dove per altro ho un mutuo x il mio appartamento, pagamenti sempre puntuali)un piano di rientro ( faccia la proposta valuteremo). Dopo tre settimane, dopo averla cercata ripetutamente x avere notizie, la direttrice mi chiama dicendomi che molto probabilmente la mia richiesta verrà rifiutata, consigliandomi di farlo rientrare con ipoteca su immobile , chiedendo al loro. Minacciandomi anche di revoca del mutuo già in essere
    Mi potete consigliare se mi stanno raggirando o è una cosa normale.
    Grazie
    Saluti
    Carmen

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      E’ una prassi bancaria, vogliono ipotecare il bene per trasformare il finanziamento chirografario in ipotecario

      Reply
  27. Anto

    Sono segnalata in cai x revoca carta di credito. La segnalazione arriva solo dove ho continuato personali o anche intestati a società?

    Reply
  28. antonio

    salve, ho ricevuto dal direttore della banca nella quale ho il conto corrente(sono pubblico dipendente monoreddito con 4 carichi familiari) da 18 anni la notizia che a luglio gli e’ stato segnalato che ho problemi dnel pagare un debito pregresso con altra banca o finanziari .mi chiede di andare a fare la visura alla banca d’italia e mi propsetta un eventuale piano di rientro dal fido..ho anche sullo stipendio cessione del v e delega di pagamento.puo’ intervenire sul mio modesto fido da 2500 euro a 200 euro al mese cosi come per telefono prospettato??
    200 euro al mese sarebbero troppo per me.
    non ho ancora il documento della banca d’italia,ma credo che si tratti del contenzioso che ho da tre anni con una finanziaria gia’ condannata in contumacia dal giudice e che attendo sentenza a breve con perizia ctu a mio favore.
    grazie

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      Veda prima a cosa si riferisce esattamente

      Reply
  29. vito

    salve sono amministratore unico di una coop stiamo attraversando un periodo molto difficile è siamo molto esposti con le banche sia con fidi che con finanziamenti la situazione più difficile e con Unicredit dove io e mia moglie abbiamo firmato garanzie nel caso di messa in liquidazione della società quali sono gli strumenti per sanare la situazione con le banche senza mettere in pericolo il nostro patrimonio ..2 piccoli appartamenti di proprietà

    grazie

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      La cosa migliore è vendere gli appartamenti. Se non volete farlo vi consiglio di far verificare la correttezza degli interessi applicati sui vari rapporti e di contestare se ci sono anomalie.
      Potete inviarci tutto a info@debitobancario.it

      Reply
  30. luigi

    Buongiorno mi chiamo luigi volevo esporre un problema sono un dipendente rai ha tempo indeterminato tempo fa ho chiesto alla mia banca credito cooperativo di roma di concedermi un fido di scoperto di conto di 1,500,00
    ora la mia domanda e’ questa per un fido di scoperto di conto perche’ mi e’ stata fatta prendere una cambiale e’ fattibile la cosa?

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      la banca si è voluta garantire facendole firmare una cambiale in bianco. Alcune volte lo fanno. Bisogna vedere se le hanno fatto firmare correttamente la lettera di riempimento

      Reply
  31. patrizia

    Salve, nel periodo in cui ero amministratore di una srl in un periodo di crisi generale avevo affidamento di 80000E per sconto fatture, garanzia immobiliare di un appartamento che possedevo. Convocata dall impiegato della banca mi comunica c he la stessa mi revoca il fido e con i documenti già pronti mi dice di aver aperto un conto personale a mio nome presso la stessa banca per 78000E. garantito da una cambiale di pari importo da ripagare in 5 anni e nelle note scritto REVOCA TOTALE AFFIDAMENTO XXXXXX. Ho ingenuamente firmato ed ho da subito onorato le prime 8 rate della cambiale, nel frattempo anche un altra banca con la quale lavoravo mi ha revocato il fido per cui ero impossibilitata a proseguire la mia attività. In conclusione sono stata costretta a svendere l immobile di mia proprietà per cercare di ripagare la cambiale che non prevedeva alcuna garanzia personale o reale. Dopo un anno di inferno la mia srl è stat dichiarata fallita ed io intanto per evitare ciò ho utilizzato gran parte della vendita della casa per pagare i fornitori in anticipo proprio per evitare un fallimento. La cambiale ho smesso di pagarla perché totalmente al verde e quindi protestata. In seguito citata in giudizio con il compratore della casa con note di trascrizione sulla stessa perché a loro dire ho sottratto l immobile a copertura del finanziamento forzoso costretta a firmare ma che non prevedeva chiaramente nessuna garanzia reale a supporto della cambiale poi protestata. Sono 5 anni di pene giudiziarie, di spese legali, io non ho altri beni orami nulla tenente e sono stata costretta a ritornare a vivere con mia madre. Vi prego un vostro parere, gli avvocati che ho conosciuto in questi anni mi hanno distrutta. Grazie

    Reply
  32. marilena

    Buongiorno,
    all’azienda per la quale lavoro a fine settembre non è stato rinnovato un fido temporaneo di € 10.000,00, senza motivazione, ed è stato richiesto il rientro immediato.
    La società non è in sofferenza ma è in difficoltà momentanea per ritardata chiusura di contratti di appalti che c’è stata a fine anno.
    La società ha presentato alla banca un piano di rientro ad ottobre, la direttrice della filiale fino a fine dicembre ha fatto sottoscrivere all’azienda diverse possibilità di rientro dicendo che solo con determinate caratteristiche era possibile ottenere il rientro dilazionato del debito, per poi avvisare il mio titolare il 30 dicembre alle 17,30 che il deliberante non aveva accettato la LORO proposta di rientro ed era necessario riavviare una nuova trattativa.
    In data 3 gennaio è arrivato un bonifico che è stato incamerato, per chiudere tutto lo scoperto.
    La banca può agire in questo modo dopo che con la email del 30 dicembre u.s. invitava l’azienda ad una nuova trattativa per il rientro?
    Il 4 gennaio è stata fatta richiesta dalla banca ordinante di restituire bonifico poiché errato, l’azienda avvisata dall’ordinante ha fatto subito una email per autorizzare la propria banca a rendere il bonifico ma la banca si oppone dicendo di non avere ricevuto nulla e che renderà i soldi solo quando l’azienda avrà coperto il suo cc.
    E’ legale tutto questo????

    Reply
  33. FEDERICA

    HO UNA SOCIETA’ PROPRIETARIA DI UN IMMOBILE LOCATO AL CARREFOUR SPA NEL COMUNE DI CASCIA , IN SEGUITO AL TERREMOTO , AVENDO SUBITO DANNI ALL’INTERA STRUTTURA IL COMUNE HA DICHIARATO L’INAGIBILITA’ DEI LOCALI COSI’ LA SOCIETA’ CARREFOUR HA SOSPESO I PAGAMENTI DEL CANONE DI LOCAZIONE .
    STANTE LA OGGETTIVA SITUAZIONE DI INATTIVITA’CAUSATA DAI NOTI EVENTI SISMICI CHE HANNO RESO INAGIBILI I CESPITI OGGETTI DI LOCAZIONE , DA CUI LA SOCIETA’ TRAEVA L’UNICA FONTE REDDITUALE, HO CHIESTO LA RINEGOZIAZIONE DEL MUTUO IN ESSERE E L’ALLUNGAMENTO DELLA DURATA PER UN TOTALE DI 12RATE MENSILI MA DAL 22/09/2016 ANCORA NON HO AVUTO RISCONTRO , COME DEVO PROCEDERE ? LA MIA PAURA E’ IL FIDO UTILIZZATO , COME POSSO AFFRONTARE L’ISTITUTO BANCARIO ? POSSONO CHIEDERMI IL RIENTRO SAPENDO CHE LA SOCIETA’ AL MOMENTO E’ FERMA?
    CERTI DI UN VS RISCONTRO , VI RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE .

    Reply
  34. Simona

    Buonasera, ho attualmente un fido di 2000 euro sul mio conto bancario, che in alcuni mesi è andato in sofferenza (sono comunque riuscita sempre a rientrare nella cifra). Ho chiesto dei preventivi per un finanziamento di circa 5000 euro per acquistare un’auto e mi è stato sempre negato, probabilmente per via della situazione del conto. E’ possibile chiudere il fido e richiedere un normale finanziamento alla banca? Ho paura di contattare la banca e ricevere una risposta negativa rischiando di perdere anche il fido. Grazie

    Reply
  35. Pasquale

    Buongiorno, ho un fido in banca di euro 5000 da quasi 20 anni, inoltre una c/c con plafon di euro 2000
    Tra questo mese ed il prossimo credo che non riuscirò a pagare ed avrò un debito di cc 9000
    La banca iniziale è stata assorbita da un altra banca e poi credo ancora da un altra…non ho i documenti del fido…sul ec online posso accedere solo agli ultimi 100 movimenti…cosa devo richiedere all istituto per far una verifica al conto negli ultimi 20 anni?
    Grazie

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      il contratto di concessione del credito oltre agli estratti conto trimestrali

      Reply
  36. Alberto Palumbo

    Salve mio padre aveva chiesto un fido e mia madre aveva messo firma garantendo con la casa….adesso la dobank chiede a mia madre di rientrare di circa 6000 euro entro 16 giorni ma ci è impossibile farlo anche perche disoccupati e con la casa in vendita cosa possono fare?e cosa possiamo fare noi? Mio padre dice che al massimo all’inizio il debito.era di 2000.euro e nn 6000 euro ma è del 2005…chiedo vostro consiglio…intanto mio padre dice che mia madre nn ha messo firma da nessuna parte e.qiindi abbiamo chiesto la copia del foglio firmato

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      trovare un accordo se effettivamente c’è la firma

      Reply
  37. louis magdi

    fido di 10 mila e un rinento di mutuo di 16000 pagato 27 rata di un totale di 48 rata
    ultimo pagamento 10 ott 2017 la rata e di circa 400 euro
    fido di una attivita individuale stata venduta 2 anni fa
    stato scoperto oggi 12ott 2107 mancancza di documento modello unico della attiivita
    per rinnovo fido
    come posso fare
    il direttore ha chiest il rientro di 600 euro per 10 mila in 18 rata oltre la rata del mutuo di 400 euro per 21 rata
    ho chiesto di fare un rientro dell totale di euro500 euromensile per 48 rata
    cosa devo fare
    nella perizia di un cont di 10 anni dal 2007 stato rilvato di fidi e muto una usura
    tasso al 13 per cento in alucni anni

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      Se ci sono i presupposti conviene contestare per poi chiudere a saldo e stralcio

      Reply
  38. antonello

    Buonasera, ho ricevuto una comunicazione verbale dall operatrice che gestisce il mio conto , dicendomi che il fido non puo’ essere mantenuto a seguito di una segnalazione di sofferenza da parte della centrale rischi, volevo solo sapere se dovro’ aspettarmi sorprese , nel senso se possono bloccarmi il fido al primo stipendio ( nel caso di questo mese 2 stipendi visto che ce’ la 13ma ) oppure danno un preavviso per iscritto concedendomi un piano di rientro. grazie per l aiuto…( ho affitto e spese da pagare sono davvero preoccupato) grazie di cuore).

    Reply
  39. ELIGIO ROMERI

    La Banca con lettera raccomandata – NON firmata – mi ha comunicato la revoca del contratto di apertura di credito in c.c. ed il recesso dal contratto di detto conto. Chiedo gentilmente di chiarirmi due punti:
    – la mancanza della firma è una “furbata” per fare o non fare e cosa giuridicamente comporta
    – il recesso dal contratto di c.c. significa automaticamente chiusura del conto con la conseguenza che se io di mia iniziativa citassi in giudizio la banca, quest’ultima avrebbe l’onere di esibire tutti gli estratti conto e copie dei contratti? In caso affermativo la “furbata” della mancanza di firma sulla A/R vanificherebbe lo “spostamento ” della prova del credito dal cliente alla Banca?
    Grazie infinite per la risposta

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      Chi cita è attore ed ha l’onere della prova quindi non sarebbe la banca a dover depositare i documenti ma lei.
      La cosa migliore è prendere tutti gli estratti conto trimestrali e farli analizzare sotto il profilo della correttezza degli interessi.
      Se vuole può inviarci tutto a info@debitobancario.it

      Reply
  40. Giorgio

    Salve, io sono disoccupato e vivo a casa di mio padre con lui. Prima lavoravo ed ho ancora un conto con fido di 2500 euro. Adesso la banca mi ha mandato una lettera con la revoca del fido e che devo pagarlo tutto e in quindici giorni altrimenti inizieranno a pignorare. La mia domanda è se possono pignorare le cose a casa di mio padre. Grazie

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      Se suo padre ha le fatture di acquisto non possono toccargli nulla

      Reply
  41. Paola

    Buongiorno,vorrei revocare il mio fido su un conto aperto ad ottobre.
    Il fido mi permette di “sforare dal conto” di soli 500 euro, andando cosi ogni mese a non riuscire a coprire il mio fido ed ad aggravare la mia situazione bancaria, non potendo utilizzare il mio stipendio perché lo ritira tutto la banca….
    Come e cosa posso fare, vi prego aiutatemi, sono disperata!
    Vi ringrazio per il vostro tempo.

    Reply
    1. Debito Bancario Post author

      Vada in banca e versi il saldo per estinguerlo

      Reply
  42. diana luigi

    Salve ho una srl con un fido di 20000 euro da circa dieci anni oggi mi ha chiamato la banca dicendomi che dalla Camera di Commercio risulta una cambiale protestata di recente che corrisponde al vero e mi chiede di rientrare con il fido e restituire la carta di credito , cosa posso fare per difendermi e poi volevo chiedere io che sono l amministratore risulto anche io protestato o solo la societa visto che dovrei fare un prestito personale? Grazie

    Reply
  43. carlo conti

    Salve e stato elevato un protesto per una cambiale di una società srl di cui sono Amministratore unico volevo sapere ora risulta il protesto anche sul mio nominativo oppure è solo la società che e protestata . Si ringrazia anticipatamente

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *