MUTUO A TASSO INDETERMINATO? CLAUSOLA NULLA!!!

www.debitobancario.itVITTORIA SCHIACCIANTE a favore di una srl sarda contro la BANCA DI CREDITO SARDO SPA

A stabilirla è stato il Tribunale di Milano con sentenza del 30 ottobre 2013.

Tutto parte da due contratti di MUTUO variabili il cui rimborso avveniva di fatto attraverso un piano di ammortamento c.d. “alla francese” ma con la previsione contrattuale di rate semestrali costanti .

La questione verteva sulla INDETERMINATEZZA DELLA CLAUSOLA RELATIVA AL TASSO DI INTERESSE applicato

la riporto qui:

– tasso di interesse del 3,4% preso a base per il calcolo delle quote di rimborso capitale nel caso in cui l’ammortamento inizi prima della scadenza del primo triennio;

– l’ applicazione dello stesso tasso percentuale anche per il triennio successivo, nel caso di prosecuzione a tasso variabile con semestralità calcolate col sistema di ammortamento di un prestito a rate costanti, basato sulla formula matematico finanziaria nota come “sistema francese”;

– tasso di interesse variabile, pari ad un mezzo del tasso nominale annuo euribor a sei mesi più uno spread del 1%

Insomma UN GRAN CASI…mhhhh…. “UNA GRAN CONFUSIONE”…

In effetti applicando contemporaneamente questo miscuglio di condizioni si rende la determinazione del tasso di interesse ASSOLUTAMENTE NON UNIVOCA di conseguenza la clausola sarà NULLA ai sensi dell’ art 1346 codice civile.

Nello specifico il Tribunale così ha CONCLUSO:

1. dichiara la nullità delle clausole dei contratti di mutuo relative al saggio di interessi e alla costruzione del piano di ammortamento

2. conseguentemente SOSTITUISCE a tali clausole la previsione di INTERESSE LEGALE (allora dell’1%) su QUOTE DI CAPITALI COSTANTI i, ferma la durata e la cadenza delle rate negozialmente previste,

così rideterminando il piano anche per le rate ancora da scadere, venendo infatti meno quello convenzionalmente pattuito.

3. ancora conseguentemente condanna la convenuta SPA BANCA DI CREDITO SARDO alla RESTITUZIONE IN FAVORE della SRL degli importi di euro 138.471,09 e di euro 69.235,52,

4. condanna la convenuta alla rifusione in favore dell’attrice delle spese processuali

2 Comments

  1. Anna
    • Debito Bancario

Leave a Reply