LA BANCA TI HA NOTIFICATO UN DECRETO INGIUNTIVO? ECCO COME OPPORTI E VINCERE

www.debitobancario.itQuesti i fatti e i protagonisti:

La BANCA DI ROMA notifica all’ennesimo malcapitato un bel DECRETO INGIUNTIVO dopo aver già provveduto alla REVOCA DEL FIDO.

Il debitore però si oppone contestando

– l’immotivata revoca del fido

ma soprattutto

– l‘ILLEGITTIMA CAPITALIZZAZIONE trimestrale degli interessi!!!

La banca SOCCOMBE in tutti i gradi del giudizio per un SEMPLICE ma ESSENZIALE motivo:

NON HA DATO LA PROVA INTEGRALE DEL PROPRIO CREDITO

L’Istituto bancario, infatti, ha prodotto in giudizio gli estratti conto relativi solo agli ultimi 10 anni mancando di presentare quelli risalenti alla data di apertura del credito.

La Corte di Cassazione ha sancito la necessità, in caso di contestazione relativa all’illegittima capitalizzazione degli interessi, di verificare FIN DALL’INIZIO DEL RAPPORTO l’esistenza di questa pattuizione invalida.

Insomma gli Ermellini hanno chiaramente ribadito che non bisogna confondere l’onere di conservazione della documentazione contabile (decennale) con quello di prova del proprio credito (illimitato)!

E così un’altra vittoria di un’altra vittima dell’avidità di alcuni istituti bancari è stata cristallizzata nella sentenza n. 18541 del 02 agosto 2013.

ATTENZIONE ricorda: la tempestività e ottimi motivi di opposizione sono fondamentali per poter ottenere la meglio sulle banche!

Se la Banca ti ha chiesto il RIENTRO, ti ha inviato un DECRETO INGIUNTIVO o un PRECETTO contattaci subito, vai nella sezione CONTATTI del sito www.debitobancario.it

Leave a Reply