ASTA SOSPESA PER USURA NEL MUTUO!!!

www.debitobancario.itll Tribunale di Reggio Emilia, con ordinanza, ha sospeso l’asta della casa di abitazione di due coniugi, dopo 3 aste deserte per usura nel mutuo.

I coniugi avevano stipulato il mutuo nel 2006. Purtroppo, ad un certo punto, non sono riusciti a pagare le rate e la banca ha pignorato l’immobile.

Da un’analisi della pattuizione del mutuo, è stata rilevata usura pattuita.(NON SONO DOVUTI INTERESSI)

Ricontabilizzati i pagamenti si scopriva che, non solo la Banca non aveva diritto di mandare all’asta la casa, ma anche che, i due coniugi avevano già pagato le rate fino al 2017.

Si sono,quindi, opposti alla procedura esecutiva chiedendone la sospensione.

Il giudice ha nominato un ctu, il quale ha depositato un elaborato nel quale applicava i principi emanati dalla Banca d’Italia in data 3/7/13 per la verifica dell’usurarietà del tasso di mora.

Sulla base di tali motivi, il mutuo non sarebbe stato usuraio e quindi il giudice non ha sospeso la procedura esecutiva.

I coniungi, a questo punto, hanno proposto reclamo.

I tre giudici riuniti in collegio hanno accolto totalmente il reclamo, sospendendo l’asta per usura nel mutuo e rimettendosi a quanto stabilito dalla sent. Cass. 350/13 e ribadendo che “il Tasso Soglia di Usura può essere fissato solo per legge e non anche da altri organismi, nella specie la Banca d’Italia”.

Leave a Reply